Logo Mooskins
Banner Mooskins Sponsor

FINALE

ve, 31.mag

HUR 44  
MSK Mooskins Vercelli 49
COMMENTO | REFERTO | FOTO

FINALE

lu, 3.giu

MSK Mooskins Vercelli 65  
ASC 62
COMMENTO | REFERTO | FOTO

lu, 10.giu

h 21.00

Vercelli
MSK Mooskins Vercelli 45  
PAT 43
COMMENTO | REFERTO | FOTO

FINALE

gi, 20.giu

BKT 55  
MSK Mooskins Vercelli 48
COMMENTO | REFERTO | FOTO
A.S.D. Basket Mooskins Vercelli
26 Gen 2018
P icon

I Mooskins volano per 35’, ma a Torino passa il CUS

C.U.S. Torino - Mooskins Vercelli 65-60
(parziali: 16-12, 14-15, 14-26, 21-7)

C.U.S. Torino:
(1) A. Petitti 5 p.ti, (2) P. Antonini 4 p.ti, (9) A. Mellano 2 p.ti, (15) P. Celada 13 p.ti, (20) A. Pezzella 10 p.ti, (21) I. Poggio 1 p.to, (22) A. Racca 13 p.ti, (24) S. Tirone 8 p.ti, (33) M. Cosco, (38) M. Studo, (51) U. Moglia 9 p.ti.
Allenatore: S. Petruzzi.

Mooskins Vercelli:
(2) Andrea Leone 3 p.ti, (3) Davide Simone 12 p.ti, (17) Andrea Deandreis 14 p.ti, (22) Francesco Bisiach, (24) Andrea Gobetti 10 p.ti, (25) Stefano Turcolin 3 p.ti, (27) Dario Gobbo 12 p.ti, (28) Mario Borri, (30) Alberto Alessio 6 p.ti, (32) Edoardo Leone.
Allenatore: Paolo Ziino.

Arbitri: sig. Lanzone Antonio e sig.ra Napoleone Sara.

I Mooskins, nella bella cornice del “PalaCUS”, disputano una ottima gara contro una delle formazioni più costanti di questa prima fase del torneo, ma terminano anzitempo benzina e lucidità, lasciando i due punti alla giovane formazione di casa, alla quale vanno i nostri complimenti per aver creduto nella possibilità di riprenderseli.
Dopo due periodi disputati in grande equilibrio, i Mooskins sono rientrati sul parquet sfoderando probabilmente il loro miglior quarto della stagione, ribaltando come un calzino l’inerzia della gara e passando a condurre con un buon margine di punti; un ultimo quarto in debito di ossigeno nei polmoni e nel cervello ha permesso ai torinesi di rientrare prima e riportarsi in vantaggio poi, mantenendo la testa della classifica del girone.

Con un roster ancora in emergenza, i Mooskins di coach Ziino arrivano a Torino con l’intenzione di agganciare la prima della classe, mettendosi alle spalle la sconfitta della settimana scorsa in casa degli Eagles. La partenza del quintetto vercellese è buona: Deandreis si sblocca subito realizzando i primi 3 punti, Gobbo e Simone rendono subito difficile la circolazione di palla ai padroni di casa recuperando un paio di palloni mentre Andrea Leone svetta sotto i tabelloni; dall’altra parte i cussini non stanno certo a guardare: variando molto il fronte dell’attacco manderanno a referto 7 giocatori nel solo primo quarto. Dopo un primo allungo del CUS, i 4 punti di Gobbo, la tripla di Alessio e l’appoggio di Gobetti rimettono subito in riga la gara e gli ultimi due canestri di marca Auxilium chiudono il quarto sul 16-12.
Nel secondo periodo l’equilibrio globale non cambia: Racca manda subito a segno due bombe allungando, insieme al canestro del giovanissimo esordiente Moglia, fino al +10 per i padroni di casa, mentre nelle fila arancio-blu Gobetti e Simone - quest’ultimo bloccato nella prima parte da due falli fischiati anzitempo - realizzeranno il grosso dei punti del quarto: 6 per il numero 24 e 5 per il capitano dei Mooskins; in mezzo alle marcature dei due vercellesi un canestro di Deandreis ed un libero di Gobbo valgono il recupero sui cussini prima dell’intervallo, che arriverà con i padroni di casa avanti di un possesso sul 30-27.
Dopo l’intervallo lungo, come già detto, la partita cambia radicalmente. Un libero di Deandreis e un canestro di Gobbo portano in parità le due squadre, poi i Mooskins si scatenano: prima arriva un parziale di 0-7 (con i 3 punti in apertura fa 0-10 in striscia) grazie alla bomba di Simone e i due canestri in transizione di Deandreis e Andrea Leone, entrambi assistiti mirabilmente da Alessio, poi ne arriva un secondo da 2-7 firmato dai 3 liberi di Gobbo, 1 a testa per Turcolin e Deandreis e un nuovo canestro dal campo di Simone. Il CUS è in difficoltà e non sembra essere capace di uscire dallo stato di impasse nel quale i Mooskins l’hanno chiuso. Passati avanti di 12 lunghezze e con 13’ ancora da giocare i Mooskins hanno tutta l’inerzia della gara dalla loro; prima della fine del quarto arriveranno ancora le marcature di Gobetti, Alessio e Turcolin per i vercellesi (2 punti a testa) e di Tirone, Celada e Pezzella per i cussini per il 44-53 di fine periodo.
Il paio di minuti di pausa sono però sufficienti per stravolgere la gara nuovamente. Nonostante i primi minuti di battaglia senza segnature da ambo le parti, salta già all’occhio che l’indicatore della benzina nelle gambe dei moskini sta pericolosamente indicando la spia rossa: l’intensità dei minuti precedenti è venuta meno, lasciando spazio ad un po’ di confusione. Il CUS fino a 6’ dal termine non si rende comunque pericoloso, né si avvicina nel punteggio: Gobbo mantiene le distanze con una realizzazione dalla media rispondendo ai primi due liberi di casa, ma una volta entrati nella seconda metà del quarto il CUS accelera, e molto. Un parziale di 12-0 in poco più di 3’ porta i torinesi avanti di 3 punti, poi 3 liberi a segno di Deandreis, che impreziosiscono uno scout dai grandi numeri per il 4 atipico vercellese, impattano nuovamente la gara sul 58-58, ma il CUS è bravo a riportarsi immediatamente avanti con altri 4 punti. A 30” dal termine arriva un’inaspettata speranza di riaprire la gara. Dopo un rimbalzo difensivo Simone viene fermato volontariamente in partenza verso il contropiede: l’antisportivo a bonus raggiunto manda in lunetta il capitano arancio-blu, bravissimo a centrare, nonostante la tensione, entrambe le possibilità concesse. Sotto di 2 punti e con la palla in mano i Mooskins potrebbero costruire un buon tiro per il pareggio, lasciando poi pochi secondi agli avversari per costruirsi il tiro del controsorpasso, ma la scarsa lucidità inficierà anche la rimessa, con una palla quasi consegnata agli avversari. Il passaggio in lunetta del bomber Celada sul fallo sistematico è imperfetto e ai Mooskins arriva una nuova, flebile, possibilità di impattare nuovamente la gara realizzando una tripla sul capovolgimento di fronte; Simone proverà a costruirsi un tiro che però non trova la retina, un Celada freddissimo non mancherà i due liberi successivi sul nuovo fallo sistematico e la gara si chiuderà sul 65-60.

Come contro gli Eagles la settimana scorsa un brutto quarto periodo è stato alla fine fatale per i Mooskins, che escono da queste due difficilissime trasferte con 0 punti ma anche con la consapevolezza di aver saputo tener testa a due squadre di valore, peraltro lontano dal parquet di casa.
Ancora più che nella gara del PalaRua ieri sera si è visto per larghi tratti cosa può fare questa squadra quando è convinta delle proprie potenzialità e del proprio valore. E questo non va dimenticato.
I nostri complimenti vanno comunque al CUS Torino, squadra giovanissima eppure già concreta e molto più “senior” di quello che traspare dalle carte d’identità dei componenti del suo roster. Per un gruppo di giovani di gran valore come questo la Promozione sarà certamente un punto di partenza e non di arrivo.
Spazio dunque alla prossima gara, in programma già giovedì quando al PalaMooskins arriveranno i giocatori della Venaria Reale Pallacanestro, altra formazione di altissima classifica, che ha appena terminato, per mano del Tam Tam, una striscia di vittorie che durava dalla 3° giornata. Per i Mooskins sarà un altro duro appello a ridosso della conclusione del girone di andata.


Leggi il PLAY-BY-PLAY della gara

Leggi lo SCOUT della gara

Guarda il GRAFICO della gara

Interazioni

Aggiungi il tuo commento qui sotto:

Nome:
Codice:

Security Image


Smile:
smile crying wassat tongue wink rolling angry cool grimace hmm embarrassed dizzy devil mooskins basket fire party collision top biceps thumbsup horns clapping 
Testo:
   


Content Management Powered by CuteNews